Il libro del Cucco

Qui la presentazione del libro in data 14 dicembre 2012 presso l’agriturismo:

Qui la nostra intervista alla trasmissione di Radio 1 ” Dalla terra alla tavola” del 5 gennaio 2013 (ci trovate al minuto 20 e 20 secondi):
A42564838.mp3

Se siete interessati ad approfondire la nostra storia e a conoscere le nostre ricette, è a disposizione il libro “Che ne sai tu di un campo di grano?”

Il libro del Cucco

“Dove  hai messo le chiavi? O.K. vado, porto Cirano a fare la pipì, tosti tu il pane per la colazione? Dai, alzati che è già tardi… Bello questo quartiere, la Bolognina; bello la mattina presto; bella la luce che sembra rispetti i miei occhi ancora assonnati; bello vedere le persone, ancora poche, che si mettono lentamente in moto; bello osservare il mio cagnone, naturalmente bracco italiano e quindi “IL CIRANO” come quello di Alan Ford,…”

” … La casona, quella più grande, dove un tempo vivevano gli agricoltori e dove erano sistemate le postazioni dei cavalli e la stalla con il fienile, è sicuramente da ristrutturare tutta… sarà lei la sede della nostra attività: ma, quale attività? Casa di riposo per anziani, casa nido per bimbi piccoli, agriturismo… agriturismo, sai che ce n’è già qualcuno sui colli e quello bellissimo sulla strada per Modena: normalmente fanno da mangiare e qualcuno ha anche le camere. Informiamoci. Bella idea.
Vada per l’agriturismo. Vita da contadini, coltivazione dei campi e ospitalità alle persone che vogliono mangiare e dormire come una volta….”

“… Ma i lavori sembra non finiscano più, come anche i permessi … Preparere, Parere, Computometrico e punti luce, sanitari e fossa biologica, attrezzature di cucina, cappa di aspirazione, porte, scuri e maniglie e ancora sabbiatura del soffitto che mette in luce le piccole volte della stalla, realizzate alla “modenese”, quali erano le origini dei nonni paterni.
Giorni. Mesi. Anni. Raccolta e trattamento alle verdure. Corsa a spegnere l’irrigazione, chiavi della macchina, borsa e cartelletta.
Consegna delle fatture all’Associazione di Categoria dove mi accoglie Teresa, la moglie di Andrea, direttore dell’Organizzazione nonché amico dai tempi del liceo…”

“…Tutti i lunedì siamo ubriachi. Di sonno. Di stanchezza. Di tensioni che lasciano il corpo indolenzito. Come un combattimento tra pugili. Gli occhi gonfi e le gambe pesanti. Sì, perchè la tirata del sabato e domenica è veramente tosta. In queste due giornate vengono a darci man forte molto spesso vecchie amiche che…”